Al cinema con "Focaccia Blues" la storia vera, ambientata ad Altamura

Quando la focaccia vince l'hamburger. Come una piccola focacceria vince su Mc Donald's


Se siete curiosi di conoscere la favola vera della focaccia che mangiò l'hamburger, se credete che la globalizzazione non ha ancora vinto, e che la qualità e i buoni sentimenti vincono sempre, è il vostro film.
Dal 17 aprile arriverà nei cinema questa saporita pellicola della nuova stagione del Cinema Italiano che potrete gustare in tutte le SALE.
Per sostenere la sua produzione la Fiesa-Confesercenti di Bari ha voluto che vi contribuisse anche la Camera di Commercio di Bari, in nome e per conto di tutti gli imprenditori del gusto che hanno fatto grande quell'umile ma straordinario alimento che è il Pane e la Focaccia di Altamura, peraltro tutelate dal marchio dop.
FOCACCIA BLUES racconta il luogo e i protagonisti di una vicenda realmente accaduta in Puglia e trae spunto dall'impresa di una piccola focacceria altamurana che, valorizzando i prodotti tipici, è riuscita a mettere in crisi un grande MC Donald's aperto nella città di Altamura, che poi ha chiuso.
Altamura è la città del pane Dop e della salsiccia tagliata in punta di coltello. E’ la città che detiene il primato del taglio della bistecca più lunga del mondo ad opera dei maestri macellai altamurani di Assomacellai rappresentati in Fiesa Confesercenti. E’ la città del fungo cardoncello. E della “Pecora alla R'zzaul".
Il film descrive la vittoria del mondo piccolo e "glocale" che si oppone alla diffusione della globalizzazione intesa come massificazione dei gusti, grazie all'utilizzo di poche armi: la qualità, la genuinità e la simpatia. Le stesse armi che nel film utilizzerà il fruttivendolo Dante per riconquistare la sua Rosa dalle avances di Manuel; e Onofrio, nel suo viaggio a New York, per raccontare la grande impresa agli americani.
L'attesa pellicola, prodotta da Alessandro Contessa con la regia di Nico Cirasola è interpretata da Dante Marmone, Luca Cirasola e Tiziana Schiavarelli con la partecipazione straordinaria di Renzo Arbore, Lino Banfi, Michele Placido, Nichi Vendola, Onofrio Pepe.
Questo film permetterà di conoscere ed apprezzare la nostra missione in ogni suo ingrediente, riconoscibile anche negli sguardi e nei gesti di vita quotidiana di Cenzino, il macellaio designato nel 2007 a Greve in Chianti decano dei macellai italiani in attività, e di sua moglie (personaggi importanti del mondo Fiesa-Confesercenti), anch'essi interpreti del lavoro, dell'orgoglio, della passione meridiana.
La Fiesa-Confesercenti nazionale invita i frequentatori del sito alla visione del film e ringrazia la Fiesa di Bari e quanti hanno contribuito a questa impresa e quanti vorranno apprezzarla gustandola al cinema.
E’ una bella storia che premia le cose buone, la qualità e la tradizione che fanno premio sulla massificazione dei consumi e la globalizzazione dei gusti e dello stile di vita.